COMPAGNIA SIMONA BUCCI / HAL YAMANOUCHI

INTERROGAI ME STESSO

11 maggio 2018 21:30

Stazione Leopolda di Firenze | IT


INFO
PRIMA ASSOLUTA

BIGLIETTI
intero 12€
ridotto 10€
studenti 8€

Per conoscere tutte le riduzioni
vai sulla nostra pagina
BIGLIETTI

PREVENDITA
nei punti vendita
Boxoffice Toscana



Fr. 12 Disperde e ancora raduna e si avvicina e si allontana.
Fr. 28 Entrano negli stessi fiumi, ma acque sempre diverse scorrono verso di loro.
Fr. 30 Nello stesso fiume non è possibile entrare due volte.
Fr. 55 Demone all’uomo l’indole.
Fr. 86 I molti non colgono la vera natura delle cose in cui si imbattono né le conoscono dopo averle apprese, ma se ne costruiscono un’opinione.
Fr. 87 Giochi di fanciulli.
Fr. 98 Via in alto via in basso una sola la medesima.
Fr. 116 L’Origine ama nascondersi.
Fr. 125 Se non speri l’insperabile, non lo scoprirai, perché è chiuso alla ricerca e ad esso non conduce nessuna strada.

Eraclito, Dell’Origine



Una pratica di osservazione nelle acque sempre diverse di uno stesso fiume.
La necessità di questionarsi sull’imponderabile, sull’impermanenza, attraversando alcuni frammenti di Eraclito.
Frammenti che come stanze di un’unica infinita casa ci immergono nel dubbio invece che nella certezza. Dubbio che diventa possibile veicolo dell’impossibile percorso della conoscenza.
Unità dei contrari fondata sulla legge del divenire della realtà. Nulla è. Tutto è uno, uno è tutto.
Come prepararsi all’imprevisto, all’inaspettato?
Come prepararsi all’ordinario, al quotidiano?
Quanto la ripetizione delle pratiche del vivere può diventare importante esercizio per porsi domande, per divenire.
Vivere la ripetizione come un accadimento nuovo, modificato e modificabile nella sua percezione.
Praticare gesti semplici, conosciuti, ma ri-osservati e ri-ascoltati.

 

Hal Yamanouchi è nato nel 1946 a Tokyo, dove si è laureato in lingua e letteratura angloamericana. Nel 1971 si è trasferito a Londra dove ha lavorato come mimo-danzatore al The Red Buddha Theatre, al Round House, al Piccadilly Theatre. Quattro anni dopo si è stabilito in Italia, dove si è esibito in numerosi festival con spettacoli di mimo-danza, unendo tecniche orientali e occidentali, e dove ha partecipato ad alcuni programmi televisivi della RAI. Nel 1977 ha fondato l’Associazione Mimo-Danza Alternativa (divenuta in seguito MDA Produzioni).
Come coreografo ha curato i movimenti di opere liriche e di spettacoli di prosa per i registi quali Mauro Bolognini, Andrea Camilleri, Giancarlo Cobelli, Glauco Mauri, Giuliano Montaldo, Luca Ronconi, Maurizio Scappano, Antonio Calenda e Renzo Giacchieri. Ha lavorato come attore in più di ottanta film e telefilm italiani e in più di venti film e telefilm americani e di altri paesi, tra cui “Nirvana” di Gabriele Salvatores, “Cristoforo Colombo” di Alberto Lattuada, “Life Acquatic” di Wes Anderson, “The Way Back” di Peter Weir e “Zoolander 2” di Ben Stiller.
Ha scritto numerosi saggi sull’attualità italiana, sul Cattolicesimo e sui misteri della Storia giapponese e reportage annuali sul teatro italiano per l’“International Theatre Institute”, UNESCO.

 

coreografia: Simona Bucci
interprete: Hal Yamanouchi
ideazione scenica e costumi: Simona Bucci
disegno luci: Gabriele Termine
organizzazione: Marika Errigo
con il sostegno di MiBACT, Dipartimento dello Spettacolo dal Vivo; Regione Toscana
residenza: Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, Firenze

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.