Dance me | Diataraxia | Concatenazioni

Maggiodanza

5 maggio 2012 - 5 maggio 2017 21:00

Stazione Leopolda di Firenze | IT


INFO


DANCE ME
progetto e coreografia: Leone Barilli
selezione musicale: Gea Brown
interpreti: Paola Fazioli, Gaia Mazzeranghi, Valeria Scalisi,
Antonio Guadagno, Vito Lorusso

Il mio interesse per le atmosfere, insieme incisive e rarefatte, della musica elettronica risale ai miei primi esperimenti coreografici. La musica elettronica è un elemento che mi permette di entrare in comunicazione con la contemporaneità, si lega a una mia personale ricerca sul corpo, inteso come una macchina biologicamente complessa, come uno strumento tecnologico sofisticato.
Quello che vorrei attivare non è però uno sguardo astratto, o antiemozionale; al contrario la neutralità del corpo mi permette di esplorare livelli emozionali differenti, estranei a un concetto meramente narrativo/interpretativo. L’emozione risiede negli scarti d’imprevedibilità della costruzione coreografica, e si avvale di un percorso di verità dell’azione che richiedo ai danzatori. Ciò a cui miro è il ritmo, la costruzione e la rimodulazione dello spazio nel gioco coreografico. Il soggetto principale diventa appunto lo spazio stesso, che chiede di essere danzato, di essere attraversato e percorso dai corpi in movimento.
Leone Barilli

 

DIATARAXIA
regia e coreografia: Annali Rainoldi
musiche: Beats Antique, Arvo Pärt e musiche originali di Dual Lyd
interprete: Federica Maine

Ho creato questo assolo su me stessa, per l’esigenza, incessante, di rispondere a una domanda: che suono hanno i pensieri quando si vive in uno stadio di totale perturbabilità. Ho voluto sondare in che direzione si spinge il corpo alla ricerca della propria memoria. Ciò che vorrei mettere in scena è uno studio sull’essere, in un determinato tempo, luogo e stato.
Voglio trasmettere, attraverso il corpo, l’indagine e la ricerca di un moto interiore, grazie al lato magico della danza e del movimento. Il corpo si fa tramite di questa condizione attraverso la gestualità e uno studio delle luci, dell’atmosfera che si vuole restituire. Il cui valore è certamente e puramente effimero, ma viene confermato nella sua verità dal mezzo più immediato e primordiale di cui disponiamo: il corpo.
Annali Rainoldi

 

CONCATENAZIONI
coreografia: Paolo Arcangeli
musiche Antonio Vivaldi
interpreti: Gisela Carmona Gálvez, Alessandro Riga

Una nuova creazione per Fabbrica Europa. Una pièce firmata dal giovane coreografo Paolo Arcangeli per due straordinari interpreti di MaggioDanza: la prima ballerina Gisela Carmona Gálvez e l’étoile ospite residente Alessandro Riga.
Paolo Arcangeli, benché alle sue prime esperienze nel campo coreografico, tende verso un linguaggio che pone le sue basi sui pilastri dell’urgenza di interrogarsi su temi importanti. Sull’uomo nella sua complessità e completezza, sui diversi aspetti dell’essere e dell’esistere, sulle “concatenazioni” emotive e fisiche che sono il motore di rapporti, spesso anche alterati, fra le persone.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.