LEÏLA KA

PODE SER

12 maggio 2018 20:00

Stazione Leopolda di Firenze | IT


INFO
BIGLIETTI
8€

PREVENDITA
nei punti vendita
Boxoffice Toscana


nell’ambito de La Francia in Scena, stagione artistica dell’Institut français Italia, realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno dell’Institut français e del Ministère de la Culture et de la Communication

 

Pode Ser significa “può essere” in portoghese, un omaggio a George Cordeiro che è stato mio maestro e a Maguy Marin che mi ha dato una chance.

Quando guardiamo in lontananza, dietro di noi, ci accorgiamo di quello che abbiamo attraversato, di quello che ci ha scolpito, delle parole che ci hanno costruito, ci rendiamo conto di quanti ci hanno accompagnato, e ci meravigliamo.

Ci meravigliamo di quello siamo stati, dei ruoli che abbiamo avuto, alcuni assegnati, e di quello che avremmo potuto essere, forse…
Una figlia, una sorella, un’allieva, un’imbecille, una commessa, una debuttante, una donna, una timida, un profilo, una ladra, una bianca, una professionista, una merda.
E quando guardiamo là, proprio davanti a noi, facciamo il conto di tutto quello che siamo oggi ed elenchiamo quello che dovremmo essere, o sognare di essere, e anche tutti i personaggi in cui ci siamo disseminati.
E non è poco.

Leïla Ka

 

Entrata nel mondo della danza attraverso le porte dell’hip-hop, Leïla Ka fonda con George Cordeiro la compagnia Favela, creando La table (2014) e Du bout des yeux (2015) che ottiene la Bourse Beaumarchais SACD. Nel 2016 danza per Maguy Marin nel celebre May B. Con Pode Ser ha ottenuto una menzione speciale per la scrittura coreografica al Festival Cortoindanza Cagliari – Network Med’arte.

 

coreografia e interpretazione: Leïla Ka
disegno luci: Laurent Fallot
coproduzione e sostegno: Espace Keraudy – Plougonvelin, Festival La Becquée – Brest, Le Flow – Centre Eurorégional des Danses Urbaines, IADU / Fondation de France – La Villette 2017, Le Théâtre – Scène nationale – Saint-Nazaire, Micadanses ADDP – Parigi, Tersicorea Teatro Off – Cagliari, Théâtre Icare – Saint-Nazaire

 

[foto: Yoann Bohac]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.