PROGETTO RIC.CI

RIMETTIAMO IN MOTO LA MEMORIA

5 luglio 2018 17:00

Palazzo della Propositura a San Gimignano | IT


INFO
ingresso gratuito


UCCIDIAMO IL CHIARO DI LUNA

danze, voci, suoni del Futurismo italiano

Incontro con
Silvana Barbarini, coreografa
Emanuele De Checchi, direttore del coro
coordina Silvia Coggiola
nell’ambito del progetto RIC.CI – Reconstruction Italian Contemporary Choreography anni ‘80/’90
ideato e diretto da Marinella Guatterini

 

Il progetto RIC.CI, ideato da Marinella Guatterini nel 2010, a partire dal 2011 mette in moto la memoria della danza contemporanea italiana attraverso il riallestimento di coreografie degli anni Ottanta e Novanta, selezionate per la loro importanza e diversità dalla curatrice, e realizzate grazie a un’estesa rete di partner/produttori composta da alcuni tra i festival e teatri più attivi e culturalmente vivaci in Italia. Tutti hanno riconosciuto il valore e l’originalità della proposta e accolto la sua sfida.

Nel passato artistico indicato dal progetto si sono lanciati i semi della nostra coreografia – in bilico tra danza, teatro, arti visive, poesia e letteratura – in modo sorprendentemente frizzante. Per acquisire maggior peso nell’ambito delle arti performative, in Italia e all’estero, la danza contemporanea di oggi necessita di meditare sulla propria memoria di pensiero in movimento in un ambito che l’ha preceduta, e tuttora si configura come la nostra tradizione del nuovo. Primo passo per creare un’identità/eredità della Danza Contemporanea Italiana, RIC.CI vive e viene fissato anche attraverso una collana di libretti corredati da documentari, video-interviste, riprese integrali dei riallestimenti: la ricostruzione della memoria diventa così definitiva e completa.
La collana è una produzione editoriale Fondazione Milano Scuole Civiche, realizzata con il contributo del MiBACT.

 

 

[foto: Alberto Calcinai]

 
 

Comments are closed.