Roberto Castello

INFERNO

12 Ottobre 2024 21:00

Teatro Goldoni di Firenze | IT


INFO
BIGLIETTI
Posti numerati
intero 20€
ridotto 15€ *
studenti 10€ **
* over 65, soci Arci, Unicoop Firenze, Controradio Club, Touring Club Italiano, Istituto francese, Lungarno, IREOS, Centro Pecci Prato, possessori biglietti mostre in corso e Amici di Palazzo Strozzi, abbonati e dipendenti Autolinee Toscane, personale e docenti Unifi
** studenti universitari, Accademia delle Belle Arti, Conservatorio, IED, Polimoda, scuole convenzionate

PREVENDITE
online su ticketone.it
e nei punti vendita Boxoffice
I prezzi indicati si intendono esclusi di diritti di prevendita e commissioni.


nell’ambito di Fabbrica Europa 2024


L’inferno nella cultura occidentale è il luogo dell’immaginario che più di ogni altro ha offerto spunti a predicatori, illustratori, pittori, scultori, narratori, registi, musicisti.

È il luogo dell’espiazione delle colpe morali e materiali in cui i malvagi vengono puniti e il bene trionfa sul male. È il luogo del sovvertimento e del caos nella cui rappresentazione tutto può coesistere. Ma sarebbe poco credibile oggi una rappresentazione del male come regno di un diavolo sulfureo munito di coda, corna e forcone.

L’Inferno è qui, e assomiglia molto al Paradiso. È ciò che spinge a fare ogni sforzo per apparire ogni momento più bravi, più giusti, più belli, più forti, più attraenti, più responsabili, più umili, più intelligenti, che spinge a competere per ottenere gratificazioni morali, sociali, economiche, affettive.
Di qui l’idea di Inferno del coreografo Roberto Castello: una tragedia in forma di commedia – seducente, piacevole, coinvolgente, brillante e divertente – sull’invadenza dell’ego.


Roberto Castello, tra gli iniziatori della danza contemporanea in Italia, è danzatore, coreografo, insegnante. Studia a Torino e a New York e nei primi anni ’80 danza a Venezia nel Teatro e danza La Fenice di Carolyn Carlson.
La sua attività di coreografo inizia nel 1983 parallelamente a quella di video maker con Un tetto sopra la testa.
Nel 1984 è tra i fondatori di Sosta Palmizi, compagnia per la quale co-coreografa e danza ne Il Cortile (1985) – Premio speciale Ubu, e partecipa a tutte le produzioni collettive successive.
Nel 1993 fonda ALDES con cui conduce sperimentazioni tra danza, arti visive e nuove tecnologie e realizza numerose produzioni teatrali e non. Cura inoltre il progetto SPAM! che ospita residenze artistiche e programmazioni multidisciplinari.
Nel 2017 fonda il blog “93% – materiali per una politica non verbale” una piattaforma di riflessione, confronto, e scambio di materiali sul linguaggio non verbale, sulla festa, sul ballo, sul potenziale politico del corpo e dei comportamenti.
Nel 2002 realizza il primo capitolo della decalogia Il migliore dei mondi possibili (Premio UBU 2003). Nel 2010 cura le coreografie di “Vieni via con me”, la trasmissione evento di Fabio Fazio e Roberto Saviano per Rai3. Nel 2013 lavora per due film – installazioni di Peter Greenaway, “The Lucca Towers” e “The Dance of Death”. Nel gennaio 2019 riceve il Premio Speciale UBU 2018 per il progetto ALDES e a fine 2021 debutta con Inferno, che nel 2022 riceve il Premio UBU – migliore spettacolo di danza.
Fin dagli anni ’80 tiene laboratori e seminari. Nel 2005 avvia il primo corso di “Coreografia digitale” presso l’Accademia di Belle Arti Brera di Milano, dove ha insegnato fino al 2015.

coreografia, regia, progetto video: Roberto Castello
in collaborazione con Alessandra Moretti
danza: Martina Auddino, Erica Bravini, Riccardo De Simone, Susannah Iheme, Michael Incarbone / Nicola Cisternino, Alessandra Moretti, Giselda Ranieri / Sara Capanna
musica originale: Marco Zanotti in collaborazione con Andrea Taravelli
fender rhodes: Paolo Pee Wee Durante
luci: Leonardo Badalassi
costumi: Desirée Costanzo
consulenza 3D: Enrico Nencini
mixaggio audio: Stefano Giannotti
mastering audio: Jambona Lab
un ringraziamento a Mohammad Botto e Genito Molava per il prezioso contributo
una coproduzione ALDES, CCN de Nantes, Romaeuropa Festival, Théâtre des 13 vents CDN, Centre Dramatique National Montpellier, Palcoscenico Danza – Fondazione TPE
e con il sostegno della Rassegna RESISTERE E CREARE di Fondazione Luzzati Teatro della Tosse, ARTEFICI.ResidenzeCreativeFvg / ArtistiAssociati
con il sostegno di MIC / Ministero della Cultura, REGIONE TOSCANA / Sistema Regionale dello Spettacolo
Premio UBU 2022 – Miglior spettacolo di Danza

foto: Paolo Porto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.