MICHEL GODARD | NATAŠA MIRKOVIĆ | LUCIANO BIONDINI | JARROD CAGWIN

RISPLENDENTI, RIVERSI

9 maggio 2018 21:30

Stazione Leopolda di Firenze | IT


INFO
BIGLIETTI
intero 12€
ridotto 10€
studenti 8€

PREVENDITA
nei punti vendita
Boxoffice Toscana


Natasa Mirkovic – voce
Michel Godard – serpentone, basso elettrico
Luciano Biondini – fisarmonica
Jarrod Cagwin – percussioni

 

Nataša Mirković e Michel Godard si sono incontrati per la registrazione di “En El Amor”, una rilettura di canti Sefarditi che la giovane cantante ascoltava a Sarajevo, la sua città natale. Un progetto che ha ricevuto il grande consenso della critica internazionale, in particolare tedesca nel 2017.
Oggi i due musicisti proseguono nella ricerca delle relazioni tra musica antica e contemporanea per una produzione originale del Festival Fabbrica Europa.
Risplendenti, Riversi coniuga musiche italiane molto conosciute del XVI e XVII secolo (“Se l’aura spira” di Girolamo Frescobaldi e “La suave melodia” di Andrea Falconieri) a composizioni balcaniche da riscoprire (come “Bugarscchica” del poeta croato Petar Hektorovic, stampata a Venezia alla fine del XVI secolo) e che dialogano con le improvvisazioni e le composizioni degli stessi interpreti. Composizioni allo specchio, tra rimandi e riverberi con la musica antica e giochi di luce tra antico e moderno.

 

Michel Godard, musicista e compositore francese, è uno dei pochissimi solisti di tuba e probabilmente l’unico solista di serpentone, strumento, antenato della tuba, che nasce come il basso della famiglia dei cornetti e che non aveva mai goduto di un repertorio solistico. Godard, sviluppando su questo strumento dimenticato il suo enorme talento tecnico, vi esegue un repertorio che va dalla musica del XVI secolo al jazz ed alla musica improvvisata.
La voce di Nataša Mirković interpreta le sonorità più disparate imprimendo a ognuna la propria impronta musicale. Dopo gli studi di Musicologia a Sarajevo, prosegue a Graz con Canto Classico. Al debutto sulla scena nel 1996 seguono numerosi ingaggi in produzioni di musical, opera e teatro a Graz e a Vienna. Nel 2011 il compositore Gabriel Yared la chiama a interpretare il suo ultimo brano originale per il film di Angelina Jolie “In the Land of Blood and Honey”. Costantemente in tournée, come solista o in formazione, insegna la propria tecnica canora in workshop in tutto il mondo.
Luciano Biondini ha iniziato a suonare la fisarmonica all’età di dieci anni. Dopo aver completato gli studi classici, vincendo moltissimi concorsi nazionali e internazionali, nel 1994 si avvicina al jazz. Oltre ad aver partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche, ha tenuto concerti in vari paesi europei (Spagna, Germania, Danimarca, Croazia, Andorra) e si è esibito in numerosi festival tra cui Umbria Jazz Winter, Fano Jazz, Festival dei Due Mondi, Festival Klezmer di Ancona, Metronome. Fra le sue collaborazioni spiccano i nomi di Tony Scott, Enrico Rava, Mike Turk, Ares Tavolazzi, Battista Lena, Gabriele Mirabassi, Roberto Ottaviano, Javier Girotto, Marteen Van der Grinten, Martin Classen, Enzo Pietropaoli.
Jarrod Cagwin, nato nello Iowa, ha iniziato giovanissimo a suonare le percussioni. Con Jamey Haddad ha sviluppato le complesse tecniche della tradizione nord africana, brasiliana. Trasferitosi a New York è subito entrato a far parte della scena musicale dell’avanguardia in affermate sedi come il Knitting Factory club, il Tonic e il Blue Note Jazz club. Lavora abitualmente con gli Eckermann Drums a Vienna e collabora con la nota cantante turca Sezen Aksu, con Joachim Kühn, Gvork Dabaghyan, Charlie Mariano, Michel Godard, Gabriele Mirabassi, Luciano Biondini, Ricardo Ribeiro, Dusko Goykovich, Emmanuelle Somer, Mehmet Emin Bitmez, Kudsi Ergurner, Jean-Luc Fillion, Dalia Faitelson, Ferenç Snetberger, Dave Bargeron, Tiene regolarmente workshops alla Hochschule für Darstellende Kunst di Francoforte ed è spesso ospite dell’Ensemble Modern e del Next Step Percussion Group.

 

una produzione per Fabbrica Europa
in collaborazione con L’Homme Armé

 

 

[foto: Marco Caselli Nirmal]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.