Trees

ccap / Cristina Caprioli

7 maggio 2015 - 17 maggio 2015 19:00

Stazione Leopolda di Firenze | IT


INFO
Installazione: ingresso libero

Mar 12 e Mer 13 maggio
h 18:00 e h 19:00
PERCORSO PERFORMATIVO GUIDATO PER BAMBINI gratuito
con prenotazione obbligatoria
Tel. 055 2638480
teatrodanza@fabbricaeuropa.net


TREES è un’installazione/performance di Cristina Caprioli, una delle principali protagoniste della scena coreografica scandinava, proposta in una versione ripensata sugli spazi della Stazione Leopolda.

TREES è una foresta in movimento, una fiaba digitale in cui perdersi, diventandone parte.
Un bosco di ombre dove aggirarsi con attenzione, seguendo la propria natura e il proprio temperamento.
In alcuni momenti TREES si animerà della presenza di performer che ci guideranno, ci daranno il ritmo, ci mostreranno come muoverci, camminando in punta di piedi, strisciando, rotolandoci, sdraiandoci, aspettando e ripartendo.
E, un passo dopo l’altro, con cautela, in un mescolarsi di ombre, abiteremo lo spazio della coreografia, ma anche il nostro spazio interiore, quello intorno a noi e quello degli altri.

 

Italiana ma residente da oltre vent’anni in Svezia, Cristina Caprioli è una delle figure di spicco della scena artistica scandinava. Dopo aver frequentato l’Accademia di Balletto di Stoccolma, si trasferisce a New York dove si perfeziona al Merce Cunningham Studio e all’American Ballet School e dove lavora con il coreografo Douglas Dunn. Dopo una carriera come danzatrice in Svizzera e Germania, si trasferisce nuovamente a Stoccolma dove nel 1998 fonda la compagnia indipendente ccap, per la quale ha creato oltre 30 lavori.
È stata Direttore del programma di coreografia dell’University College di Danza in Svezia e insegna regolarmente in Svezia e all’estero. Nel 2006 ha ricevuto il prestigioso Premio Cullberg.
Autrice di lavori che scardinano le convenzioni linguistiche e percettive della danza, è attiva anche come teorica e curatrice di progetti, tra cui, nel 2012, il convegno Weaving Politics.

 

coreografia: Cristina Caprioli
performer: Philip Berlin, Marcus Doverud, Emelie Johansson, Madeleine Lindh, Louise Perming
ideazione, progettazione e costruzione dello spazio: Cristina Caprioli, Panagiotis Michalatos, Björn Eriksson
immagine e programmazione digitale: Panagiotis Michalatos
partitura sonora: Carsten Nicolai aka alva noto e Opiate
tecnici: Lumination of Sweden

Comments are closed.