Festival Fabbrica Europa

XXXI EDIZIONE
13 SETTEMBRE – 15 OTTOBRE 2024
Firenze

Un Mediterraneo corale, popolato da corpi accesi, voci, schiavitù “liberate” e nuovi riti tecnologici. Costellato di viaggi, tradizioni, comunità, visioni, suoni e danze.

Un Mediterraneo “terra di mezzo” che unisce il sopra e il sotto, il reale e l’immaginario, il maschile e il femminile, anche dove questo significa individuare traiettorie alternative al consueto, nella infinita ricerca dello scambio creativo.

Fabbrica Europa, con questa sua XXXI edizione, prosegue nella costruzione di un progetto festival dal forte impianto multidisciplinare pensato come momento di crescita individuale e comunitaria. Un territorio della condivisione di arti e saperi capace di imprimere segni che indicano strade possibili e impossibili, mostrando opere che esaltano un rapporto viscerale tra forme e significati, tra ritualità e contemporaneità, dove l’osservatore sia parte in causa anche grazie ai luoghi individuati per la visione scenica.

Traiettorie del pensare e dell’immaginare percorrono Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Marocco, il Medio Oriente arrivando fino all’Asia. E dall’altra parte aprono alle diaspore delle culture latine e nere tra le Americhe, dai corpi politici del Brasile alla presa di coscienza delle voci della Black Culture.

Verso il ritrovamento di parole profonde e creatrici, itineranti, antiche e future, e di formule inedite e inusuali del concetto stesso di performativo e di contemporaneo.

Tra i protagonisti di questa edizione, Aurélien BoryCompagnie 111, Harald Beharie, Cristina Kristal Rizzo, Damiano Ottavio Bigi e Alessandra Paoletti, Rodrigo Amarante, Fanny & Alexander, Omar Rajeh – Maqamat, Aldes, Marcat Dance.

In homepage i primi spettacoli già in prevendita!















Comments are closed.